mercoledì 6 aprile 2016

Alle 19:22:00 di Creatività e Tecnologia di FrancescArte e J.C. in    Nessun commento

A volte è bello immaginare di avere un piccolo posticino, un piccolo rifugio, dove rintanarsi per meditare e per imparare a cogliere il vero significato dell'essenziale. Un luogo lontano dal caos, ove la natura regna sovrana e ti colma l'anima di bellezza.

Galeotto fu il voler riciclare alcuni crucipuzzle che la mamma di Juan è solita a fare. Sfogliando le pagine, ci è venuta voglia di fare di quella carta disegnata e scarabocchiata  dei rotolini che sono poi diventati le travi del nostro rifugio.



Abbiamo iniziato così a recuperare tutti quei materiali che potevano dar vita al nostro piccolo angolo di paradiso terrestre, come ad esempio: segatura per simulare legno, erba e terra, spago plastificato per simulare anch'esso l'erba, qualche ciuffo di uno spolverino e del fil di ferro per creare la chioma dell'albero, fili appartenenti ad una corda e stuzzicadenti per creare le tende, sassolini presi dal piazzale di Juan per recintare la stradina. Insomma, abbiamo recuperato tutti quei materiali che da soli sarebbero stati un po' banali e gli abbiamo dato una seconda vita più artistica.

Così, il rifugio dei nostri sogni ha preso forma, dettaglio dopo dettaglio...
Noi siamo davvero soddisfatti del risultato finale perché guardandolo  riusciamo a immaginarci lì, piccoli piccoli, affacciati alla finestra o sulla stradina davanti alla porta, intenti ad assorbire l'essenza della natura.

Vi mostriamo ora alcune fotografie per farvi vedere in dettaglio il rifugio e successivamente un video che Juan ha realizzato attraverso un software di modellazione 3D, per mostrarvi le dimensioni reali della nostra miniatura e per farvi vedere il progetto iniziale dal quale poi siamo partiti con la creazione.












FrancescArte e J.C.

Rifugio nella natura - modellino - progetto 3D e misure reali 




Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento